Immigrato Amico – Il sito… reciproco!

Home » EUROPA » Immigrazione: il progetto “Welcome” a Palazzo San Gervasio per accogliere i lavoratori stagionali della raccolta di pomodori.

Immigrazione: il progetto “Welcome” a Palazzo San Gervasio per accogliere i lavoratori stagionali della raccolta di pomodori.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 7.576 follower

Categorie

Pagine

Album 'Reciproco'

Dividiamo lo stesso pane

Dalla parte dei bambini per un futuro migliore

sempre insieme, anche a scuola

benvenuto nel mio paese

vicini vicini

una cosa sola con il cielo

ridiamoci sopra

cin cian ciai

che colore ti gira?

studiamo insieme

Altre foto

È attivo a partire da oggi il progetto Welcome senza filo spinato per l’accoglienza dei lavoratori stagionali extracomunitari che nelle prossime settimane saranno impegnati nelle campagne di Palazzo San Gervasio (Potenza) nella raccolta dei pomodori.
L’iniziativa promossa dall’Osservatorio Migranti della Basilicata, una sigla che racchiude una trentina di associazioni di volontariato, vedrà iniziative di sostegno agli immigrati che in questi giorni stanno arrivando da altre regioni meridionali.
Attualmente, a circa dieci giorni dall’inizio della raccolta, sono già duecento i lavoratori che si sono sistemati in otto casolari di contrada Boreano, nell’area rurale tra Lavello e Venosa. Un altro centinaio di immigrati, invece, è sparso nelle campagne che fanno da perimetro ai territori di Spinazzola e Palazzo San Gervasio.
Una situazione preoccupante perché l’ex campo di Palazzo, utilizzato negli anni precedenti per offrire accoglienza, è ora stato trasformato dal Ministero dell’interno in un Centro di identificazione ed espulsione, almeno fino al 31 dicembre.
“Il progetto Welcome senza filo spinato – spiega Gervasio Ungolo, coordinatore del Centro di documentazione Michele Mancino di Palazzo San Gervasio – ha attivato uno sportello per raccogliere fondi, beni materiali e alimentari, ma anche per fornire assistenza legale agli immigrati e corsi di italiano. In questi giorni, abbiamo già fornito pasti ai lavoratori che si trovano a Boreano”


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Sostieni la solidarietà! Fai un’offerta o acquista un prodotto!

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Access Daily Point

  • 1,963,729 hits

Statistiche del Blog

  • 1,963,729 hits
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: